Stampa

Gruppi di lavoro sezione Apulo Lucana

Scritto da Amministratore. Postato in Altre News

L'assemblea dei Soci, in data 5 aprile 2017, ha approvato l’istituzione dei seguenti Gruppi di Lavoro di Sezione:

  • Medicina dei viaggi (Coordinatore: Dott.ssa Rosella Squicciarini)
  • Problematiche sanitarie dei migranti (Coordinatore: Dott. Francesco Desiante)
  • Accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie (Coordinatore: Dott. Roberto Rizzi)
  • Screening oncologici (Coordinatore: Dott. Stefano Termite)
  • Comunicazione in sanità pubblica (Coordinatore: Prof.ssa Maria Teresa Montagna)
  • Movimento e salute (Coordinatore: Prof. Silvio Tafuri)
  • Qualità delle acque (Coordinatore: Prof.ssa Osvalda De Giglio)

Inoltre, è stata proposta l'istituzione di un altro gruppo, la cui discussione verterà su un tema di grande interesse e in linea con la mission della SItI, ovvero la Promozione della salute. Il coordinamento di questo nuovo gruppo è stato affidato al dott. Antonio Pesare.

Sarà possibile iscriversi ai gruppi fino al 30 aprile 2017, registrando la propria preferenza attraverso il link sottostante.

ISCRIVITI AI GRUPPI DI LAVORO

Stampa

Conferenza Stato-Regioni approva il Piano. Le prime dichiarazioni.

Scritto da Amministratore. Postato in Altre News

"Oggi è una giornata importante per l’affermazione della politica di prevenzione nel nostro Paese" ha dichiarato Stefano Bonaccini, coordinatore della Conferenza Stato-Regioni, commentando il via libera unanime della Conferenza al Piano nazionale vaccini 2017-19. Antonio Saitta, coordinatore della commissione Salute per la Conferenza delle Regioni, precisa che "al via libera all’intesa si accompagna una richiesta da sottoporre al Governo che, quando saranno ripartite le risorse di cui alla Legge di Bilancio, sia definita con puntualità la tempistica del calendario vaccinale." Soddisfazione del Ministero e del mondo scientifico per la notizia dell'approvazione del nuovo Piano di prevenzione vaccinale. "E' una grande soddisfazione, dopo tanti mesi, vedere finalmente approvato il Piano - sottolinea Paolo Bonanni, coordinatore uscente del Gruppo Vaccini della SItI - ed è con orgoglio che possiamo dire che il lavoro iniziato cinque anni fa con il primo Calendario per la Vita, un lavoro complesso ma con un’eccezionale collaborazione tra le diverse società, è stato fonte ispiratrice fondamentale per quello che oggi è un insieme di nuove opportunità di prevenzione a disposizione di tutti i cittadini. Si tratta di un risultato unico: mai prima le società scientifiche avevano avuto un così profondo impatto sulle politiche sanitarie nazionali".

Stampa

AGENAS - Apertura albo esperti e ricerca professionisti senior

Scritto da Amministratore. Postato in Altre News

A partire dall’11 aprile 2016, l’AGENAS apre i termini di presentazione delle domande per l’iscrizione all’Albo degli esperti e dei collaboratori di AGENAS e per l’aggiornamento dei profili di coloro che sono già iscritti. Le domande di iscrizione devono essere presentate secondo le modalità e le procedure di seguito indicate cliccando su questo link. Inoltre, la stessa Agenzia ha emanato un avviso pubblico per la ricerca e la selezione di professionisti esperti in tema di processi di miglioramento della gestione clinico-organizzativa, economico-finanziaria e tecnico-amministrativa delle aziende sanitarie, consultalo.

Stampa

Gestione ambulatoriale dell'anafilassi dopo la vaccinazione

Scritto da Amministratore. Postato in Altre News

SIP, FIMP, SIMEUP e SItI hanno realizzato un poster sulla Gestione ambulatoriale dell’anafilassi dopo vaccinazione da esporre negli ambulatori pediatrici e nei Centri vaccinali. Il poster è aggiornato a settembre 2014.

 

 

Scarica il poster

 

 

 

Per la Sanità Pubblica la vaccinazione è la più efficace arma di prevenzione primaria, perché ha il potere di offrire non solo benefici “diretti” al singolo vaccinato, ma anche “indiretti” al soggetto non vaccinato, il quale con la scarsa circolazione dell’agente infettivo ha ridotte possibilità di contrarre la specifica malattia prevenibile con il vaccino.

Come tutti i farmaci, anche i vaccini possono causare delle reazioni avverse, tra le quali la più temibile è la reazione anafilattica. Tale evento, proprio per la sua rarità, necessita di un adeguato e costante aggiornamento di tutto il personale, finalizzato ad un intervento diagnostico-terapeutico: rapido ed efficace.

La presenza di tale poster in un ambulatorio vaccinale offre agli operatori il duplice vantaggio: non solo di poterlo consultare costantemente, ma anche e soprattutto di avere la garanzia di mettere in atto, in maniera sequenziale, le adeguate procedure di emergenza, condivise anche da Società Scientifiche e Professionali.

Stampa

Malattia da Virus Ebola - Protocollo centrale per la gestione dei casi e dei contatti sul territorio nazionale

Scritto da Amministratore. Postato in Altre News

 

Da dicembre 2013 è in corso una estesa epidemia di MVE in alcuni Paesi dell’Africa Occidentale e i Paesi maggiormente interessati dall’epidemia in corso sono Guinea, Liberia e Sierra Leone. Contemporaneamente è in corso una epidemia di malattia da virus Ebola (Evd) nella Repubblica Democratica del Congo (Rdc). Le indagini epidemiologiche e la caratterizzazione del virus hanno permesso all’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) di stabilire che questa epidemia è un evento indipendente e non correlato alla concomitante epidemia di Evd in africa occidentale. Si tratta della più grande epidemia di Ebola, sia per numero di focolai attivi che per numero di casi e decessi segnalati. È anche la prima volta che la Evd si diffonde in aree urbane densamente popolate, tra cui capitali come Freetown, Conakry e Monrovia. Dall’inizio dell’epidemia all’8 ottobre 2014, sono stati segnalati 8033 casi clinici (sospetti, probabili e confermati) di Evd e 3865 decessi. La distribuzione dei casi è illustrata nella “2014 Ebola Outbreak in West Africa - Outbreak Distribution Map” prodotta dal Centro per il controllo e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (Cdc). Si ritiene opportuno diffondere il Protocollo centrale per la gestione dei casi e dei contatti sul territorio nazionale elaborato dal Ministero della Salute.

 

 

“Malattia da Virus Ebola (MVE) – Protocollo centrale per la gestione dei casi e dei contatti sul territorio nazionale”