Stampa

Non solo UPneumoDate. Bari, 8-9 giugno 2017

Scritto da Amministratore. Postato in Principali

Il Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) è sviluppato sull’attuale assetto a tre livelli del Sistema Sanitario: quello centrale per la definizione di principi e strategie, quello regionale per le attività di programmazione e quello locale per la realizzazione degli interventi. Il PNP individua azioni che vanno attuate su tutto il territorio in maniera coordinata e con il contributo di diversi attori, dagli operatori tradizionalmente impegnati nelle attività di prevenzione al mondo della clinica. Queste iniziative sono state rese possibili anche dal nuovo clima di collaborazione tra Stato e Regioni creato dal Patto per la Salute, con il quale si sono superate conflittualità e diffidenze storiche. Anche il nuovo Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale (PNPV) 2017-2019 ha scelto strategicamente di fissare pochi obiettivi comuni a Stato e Regioni, lasciando ai vari contesti regionali la programmazione e la gestione operativa funzionali al raggiungimento degli stessi. Tra questi obiettivi rientra la prevenzione delle malattie infettive batteriche (e in particolare di quella pneumococcica e meningococcica), obiettivo e priorità già dettato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità sia nei Paesi industrializzati che in quelli in via di sviluppo.

Pertanto, l'obiettivo del corso, che si terrà a Bari l'8-9 giugno 2017, è approfondire il dibattito in merito alle seguenti tematiche:


• Il peso della prevenzione nel Sistema Sanitario
• Strategie di implementazione per il Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale
• Stima dei benefici sociali ed economici delle vaccinazioni
• Prevenzione e salute nell’invecchiamento e l’impatto sull’assistenza sanitaria
• Dati di sorveglianza epidemiologica delle malattie da batteri capsulati
• Evidenze scientifiche della vaccinazione pneumococcica e meningococcica per tutte le età
• Nuovi sistemi di comunicazione

 

 

Consulta il PROGRAMMA DELL'EVENTO

 

 

Stampa

La responsabilità delle figure sanitarie pubbliche

Scritto da Amministratore. Postato in Principali

Siamo lieti di presentare a tutti i Soci di Sezione un nuovo evento formativo promosso dalla SItI Apulo Lucana. Nel corso di tale incontro, che si terrà a Foggia in data 13 giugno c.a., saranno analizzate le problematiche inerenti il profilo giuridico e i molteplici aspetti della responsabilità professionale dell'operatore sanitario, con particolare riguardo per coloro che operano nel contesto delle strutture pubbliche del SSN.

L'iscrizione è obbligatoria ed è gratuita per Soci della SItI Apulo Lucana e avvocati. La partecipazione all'evento da diritto all'acquisizione di  8 crediti ECM per gli operatori sanitari, mentre agli Avvocati spettano 6 Crediti Formativi attribuiti dall'Ordine degli Avvocati di Foggia.

Si prega di inviare la scheda di iscrizione, debitamente compilata via fax al n. 080-5478472 o via e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Il numero di telefono per informazioni è 080-5478481.

Vi invitiamo inoltre a consultare il programma completo e la locandina dell'evento.

Stampa

Risposte alle nuove esigenze di prevenzione vaccinale

Scritto da Amministratore. Postato in Principali

31 maggio 2017 Grand Hotel La Masseria - Marina di Ostuni (Br). La vaccinazione rappresenta una delle misure di sanità pubblica più efficaci per la tutela dell’individuo e della collettività. Il nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019 (PNPV) individua l’ampliamento dei programmi di immunizzazione primaria, quale obiettivo prioritario da perseguire in tutte le regioni, armonizzando le disomogeneità esistenti nel panorama nazionale. La comunicazione in ambito vaccinale riveste un ruolo fondamentale per sostenere un’adesione consapevole nella popolazione target. L’esperienza vaccinale diventa un percorso coordinato dagli Operatori degli ambulatori vaccinali, che non può prescindere dal counselling, strutturato in momenti dedicati, anche al di fuori delle sedute vaccinali. Obiettivo dell'evento sarà fornire spunti e riflessioni su possibili strategie a sostegno di tale attività all’interno degli ambulatori ed al coinvolgimento del Pediatra in un percorso condiviso.

Consulta il programma dell'evento.

Stampa

Il morbillo in Italia ed Europa. Aggiornamenti epidemiologici.

Scritto da Amministratore. Postato in Principali

Per monitorare e descrivere in modo tempestivo l’epidemia di morbillo in corso nel nostro Paese da gennaio 2017, il ministero della Salute e l’Istituto superiore della sanità hanno avviato la produzione di un’infografica settimanale che fornisce una panoramica sulla distribuzione dei casi segnalati al Sistema di Sorveglianza Integrata Morbillo e Rosolia, per Regione, per fascia di età e stato vaccinale. Inoltre si propone l'aggiornamento ministeriale sulla situazione in Romania.

CONSULTA GLI AGGIORNAMENTI SULL'EPIDEMIA DI MORBILLO IN ITALIA - EPICENTRO

CONSULTA GLI AGGIORNAMENTI SULLA DIFFUSIONE DEL MORBILLO IN EUROPA

Stampa

OER - Rapid Risk Assessment Epatite A

Scritto da Amministratore. Postato in Principali

Da settembre 2016 ad oggi, in Europa e in alcune regioni italiane è stato registrato un eccesso di casi di epatite A tra Men who have Sex with Men (MSM), uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini.

In Puglia, dal 1 gennaio al 28 febbraio 2017, sono stati segnalati dieci casi di epatite A, tutti maschi di età compresa tra 29 e 49 anni. Quattro casi hanno riferito di aver avuto rapporti sessuali con altri uomini nelle 8 settimane precedenti l’inizio dei sintomi. le sequenze virale di sei casi sono risultate altamente correlate tra loro e direttamente riconducibili al virus responsabile dei focolai epidemici tra MSM in Europa e in Italia.

Sebbene, al momento, non si ravvisino particolari condizioni di rischio per una recrudescenza della malattia nella popolazione generale, appare concreto il rischio della sia diffusione nella comunità di MSM pugliesi.

Le misure di prevenzione più efficaci sono la sorveglianza sanitaria dei casi e la vaccinazione dei contatti stretti (compresi i partner sessuali) di casi probabili e confermati di epatite A.

La vaccinazione preventiva è fortemente raccomandata nei soggetti HIV+, HBV+ e HCV+ o affetti da altre malattie sessualmente trasmissibili e nei MSM.

 

LEGGI IL DOCUMENTO COMPLETO

 

Fonte: Osservatorio Epidemiologico Regione Puglia